Sintonizzazione affettiva

La sintonizzazione affettiva è la capacità del genitore o dell’adulto di riferimento di “leggere” lo stato mentale del bambino e coglierne l’esperienza interna. A sua volta, il bambino, essendo sin dalla nascita un “individuo in relazione”, è in grado di “leggere” la risposta manifestata dall’adulto e comprendere che essa riflette la sua esperienza affettiva originaria.

Tra adulto e bambino avviene una scambio continuo di espressione e comportamenti, manifestazione di specifici di stati emotivi. Si tratta di una danza interattiva che permette agli individui di relazionarsi attraverso un linguaggio decisamente personale e intimo.

L’adulto, cercando di sintonizzarsi sui canali sensoriali del bambino, facilita il processo attraverso il quale il bambino stesso imparerà a riconoscere i propri bisogni e le proprie emozioni. Diventerà così un soggetto sempre più competente nell’interazione con gli altri perché capace di esprimere sé stesso e di riconoscere le emozioni altrui.

“Il nostro sistema nervoso è costruito per agganciarsi a quello degli altri esseri umani, in modo che possiamo fare esperienza degli altri come se ci trovassimo nella loro stessa pelle” (Stern, 2005).

Rispondi